Fratture | Classificazione delle Fratture | Sintomi e Primo Soccorso | Contattaci | Links

Navigare Facile

Classificazione delle Fratture

I Tipi di Frattura

La diagnosi di una frattura avviene per mezzo di raggi x, i quali consentono anche un'identificazione ed una classificazione della frattura stessa. Si rivela infatti importante, al fine di un giusto intervento, constatare che tipo di frattura si stia trattando. La classificazione delle fratture Ŕ in realtÓ un argomento assai vasto e delicato, ma qui proveremo a schematizzarlo analizzando i punti salienti di questa suddivisione.

Una prima differenza viene fatta tra fratture composte o scomposte; nel primo caso, infatti, i due segmenti derivanti dalla frattura conservano la loro posizione anatomica, mentre, nel secondo caso, si verifica uno spostamento innaturale dei due segmenti.

Dove

Altra importante distinzione viene fatta tra fratture semplici, nel caso in cui la frattura divida l'osso in due parti, o comminute, in cui, invece, l'osso si rompa in pi¨ pezzi.

Vi possono poi essere fratture chiuse o esposte: vengono dette chiuse quando la pelle rimane illesa, mentre sono dette esposte quando la pelle, lacerata dall'osso fratturato, lascia intravedere l'osso stesso.

Fratture stabili o instabili: in mancanza di forze deformanti, la frattura viene detta stabile, al contrario, si parla di frattura instabile quando vi Ŕ l'agire di forse deformanti (es.: forza muscolare) che impediscono il contatto tra le due parti (segmenti) dell'ossso fratturato. Nel secondo caso, l'intervento, nonchŔ la guarigione, si riveleranno pi¨ lunghe e difficoltose dato che viene compromessa l'immobilitÓ della frattura.

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio